Torna alla Home Page
/public_html/
Stella d'oro
La storia del Madonna di Campagna - 4

 


Carlin Luigi
Tesserato 1948

LA GUERRA

Con l'avvicinarsi della fine del decennio, tempi tristi si prospettavano all'orizzonte.
Prima le guerre coloniali, assottigliarano le fila dei nostri ragazzi, impegnati con il servizio militare; poi, gli anni 1937 -38 - 39 videro progressivamente cessare l'attività della nostra Società e la guerra (la Seconda Guerra Mondiale) disperdere atleti, dirigenti e amici.
La Sede venne distrurra con tutti i trofei, la documentazione ufficiale dell'attività, lasciando solo il labaro sociale, che oggi viene gelosamente custodito da Renato Freyra.


LA RICOSTRUZIONE

Nel 1946, a liberazione avvenuta, il presidente Damiano ricostruì la Società, coadiuvato dal Sig. Cottino che rimise a disposizione un locale presso il cinema Apolllo. Purtroppo le uniche discipline sportive che ripresero l'attività furono il ciclismo ed il calcio.
Nel 1947 vennero organizzate "La Torino - Margone", "La Targa Negro" e "La Coppa Stellione".
Nel 1948 si organizza la I° "Torino - Valtournanche.
Nel 1949 la squadra dei dilettanti fu capeggiata da Agostino Coletto (nato ad Avigliana il 14-08-1927), professionista di primo piano in tutto il decennio successivo, aggiudicandosi le seguenti gare:

  • Milano-Torino e la 2° tappa della Roma-Napoli-Roma nel 1954;
  • La 3° tappa del G.P. Ciclomotoristico nel 1955;
  • Milano-Torino nel 1958.

Nel 1955 dopo i "32 anni" del Comm. Enrico Damiano, la presidenza passa a Cesare Colombo.


 
Il quartiere- pag. 1
Due bombe - pag. 2
Anni 20 e 30 - pag. 3
Anni 40 e 50 - pag. 4
Anni 80 e 90 - pag. 5
I professionisti - pag. 6
Volantini - pag. 7

 

Ingrandisci immagine
Agostino Coletto

Pagina precedente
Continua a leggere la storia del "Madonna"
Pagina successiva